L’EFFETTO DEL SUONO SULLE CELLULE

EL EFECTO DEL SONIDO EN LAS CÉLULAS

Il suono sta emergendo come una delle principali alternative per ottenere l’attivazione delle cellule e l’armonizzazione o come mezzo per ottenere la dissoluzione di cellule tumorali con metodi non invasivi che consentono sciogliere tumori senza gli effetti collaterali negativi di trattamenti più aggressivi.

Uno dei pionieri in questo senso è stato il musicista e bioenergetico francese Fabien Maman, che con l’aiuto di biologo Helene Grimaud trovato che il campo energetico delle cellule del sangue sottoposto a determinate frequenze sonore alterato il loro colore e la forma a seconda della frequenza (nota) usato. Anche applicando certe frequenze, diverse per ogni individuo, sulle cellule cancerose tendevano a disintegrarsi. Nel suo libro The Role of Music nel ventunesimo secolo, Maman include affascinanti fotografie che illustrano graficamente le reazioni delle cellule. Maman stesso dice: “Questa scoperta dimostra che la vibrazione del suono gioca un ruolo decisivo nel trasformare la struttura cellulare perché agisce direttamente sul corpo umano livello più sottile.”

Sulla base di questi risultati, Maman ha sperimentato due pazienti con cancro al seno che hanno usato il suono della propria voce tre ore e mezza al giorno per un mese di seguito. Uno di questi è scomparso. L’altro ha subito un’operazione per rimuoverlo, e quando hanno aperto si sono resi conto “che era stato ridotto e che era completamente asciutto”. Il paziente si è ripreso completamente dopo l’operazione. Non v’è alcun dubbio che l’esperimento Maman, l’intenzione dei pazienti coinvolti nel loro processo di guarigione, ha dato la consapevolezza e quindi una maggiore potenza alle frequenze emesse dalla sua propria voce.

Ecco un video interessante del lavoro di Fabien: